ES EN IT
MENU
 
 
 

BLOG

GUIDA RAGIONATA ALLA FAUNA DI FACEBOOK - PARTE SECONDA

GUIDA RAGIONATA ALLA FAUNA DI FACEBOOK
PARTE SECONDA (N° 8 e relative sottospecie)

Se vi siete persi la prima parte, cliccate qui.

N° 8: Il/la Monotematico/a
Lo dice il suo nome: questo esemplare di utente Facebook ha una fissa (di qualunque genere e natura) e pubblica solo in conseguenza a questa. Se il tema che lo possiede vi interessa, i suoi post possono fungere da simpatici appuntamenti fissi, in caso contrario sono incubi.
Elenco qui un breve elenco delle sottospecie Monotematiche ad oggi più diffuse.

  • Il/la Politicovoro/a: come per un talk-show, gli argomenti son quelli. La casta che ruba, lo scandalo del giorno, il twitter del politico deficiente e l'articolo vergognoso del quotidiano avverso. Come per un talk show, la voglia di spegnerlo lotta con quella di farsi del male un'altra volta ancora.
  • La Mammagatta: può crollare il mondo nel frattempo, ma l'unica cosa in grado di muoverle un'emozione da condividere necessariamente con il mondo esterno sono gli occhioni sfocati o fulminati dal flash del suo micio, sorpreso mentre dorme sul calorifero o sul divano o sul letto o in qualunque posto abbia scelto per dormire. Per vendicarsi, il felino fa apposta a venire brutto e gobbo in quasi tutti gli scatti.
  • La Mammaebasta: essendosi votata anima e corpo alla procreazione e alle sue impegnative conseguenze, va da sé che tutti i suoi post sono dedicati alla materia in questione nelle sue molteplici sfaccettature. Fotografie dei pargoli in ogni dove e in ogni come, opere d'arte dei medesimi, dettagliate cronache di festicciole nonché dissertazioni su argomenti d'interesse comune quali la ventiquattresima malattia e i suoi bizzarri effetti sulle feci sono solo una parte dell'immenso patrimonio di post dedicato a quelle simpatiche carognette.
  • La/il Guardaquicheroba: se ogni suo post non sortisce almeno l'effetto di un diretto alla bocca dello stomaco, La/il Guardaquicheroba non si ritiene pienamente soddisfatta/o. È per questo che la sua ricerca di fotografie di allucinanti sevizie di ogni genere ai danni di uomini e animali non conosce tregua e c'è solo da sperare che non le produca ella/egli stessa/o per non rimanerne a corto e non poterci più intimare: FATE GIRARE!!!
     
  • Il Tispiegoiocomefunziona: dietrologo, avantologo e spesso anche difiancologo, sa sempre cosa (e perché) muove le forze del male che attentano alla nostra esistenza qualunque cosa ci capiti di fare. Lui ha un link per spiegare qualunque mistero, dalle scie chimiche ai veri componenti dei bigoloni rotanti di kebab. L'unico mistero insoluto che ancora lo tormenta è il vero motivo per cui Zuckerberg continui a tollerare la sua presenza rivelatrice in Facebook. Se volete che vi cancelli dalle amicizie diteglielo voi.
     
  • La/il Gastroesibizionista: un trauma infantile di origini sconosciute, ma con buona probabilità legato a un furto di merenda alla scuola materna, fa sì che questo tipo di utente non riesca a resistere al bisogno di mostrare a tutto il mondo che cosa sta per mangiare e bere, pubblicando fotografie di piatti sofisticati dallo sbrodolo decorativo che, si presume, dovremmo desiderare anche noi più di ogni altra cosa al mondo. A meno che non siate psicoterapeuti, toglietevi dalla testa di poterli ricondurre alla ragione e pensate che potrebbe  andarvi ancora peggio se sentissero il bisogno di mostrarvi quello che hanno mangiato dopo averlo elaborato ed evacuato.
     
  • Il/la Vacanzista: salvo rari casi, non è solo la voglia di farvi schiattare a spingerlo a pubblicare solo gli album delle sue frequentissime vacanze in posti desiderabilissimi di ogni genere, anche se il sospetto è forte. Non c'è week end che non lo veda impegnato in un tributo al proprio benessere psicofisico in qualche amena località, in attesa di programmare il prossimo viaggio che lo vedrà alla scoperta delle Ficolands, naturalmente lontano da qualunque periodo festivo di massa, perché le Ficolands vanno viste fuori stagione nostra.
function onSubmit(token) { document.getElementById("id-validate").submit(); }