ES EN IT
MENU
 
 
 

BLOG

INSTAGRAM E IL SUO ALGORITMO.

Con quale logica ci vengono mostrate le immagini su Instagram?

Tutto ha inizio da un importante cambiamento tra giugno e luglio 2016: l’introduzione del nuovo algoritmo. Una modifica che ha portato alla visualizzazione dei contenuti non più in ordine cronologico ma riorganizzati in base alla proiezione dell'algoritmo su quanto il pubblico vuole vedere. Infatti, prima di questo cambiamento, solo il 30% del totale dei post erano veramente fruibili contro un 70% praticamente invisibile: con l'ordine cronologico, infatti, la maggior parte dei contenuti si perdeva nel flusso del tempo. Con l’introduzione del nuovo algoritmo si è voluta comunicare la necessità di offrire agli utenti una user experience basata su contenuti che rispecchiassero veramente i gusti, e che non si basassero più solo sul momento di accesso al social.

Ma quali sono i fattori che determinano la performance di un post sul nostro feed e il suo posizionamento?

Il primo è sicuramente l’engagement: i post con un maggior numero di interazioni saranno posizionati più in alto. L’algoritmo, infatti, riconosce le azioni degli utenti (i like, i commenti, ecc) come sinonimo di qualità e di conseguenza premia quel tipo di contenuti. Se poi il post ottiene una grande quantità di engagement in poco tempo, allora riuscirà a cavalcare l’onda ancor di più.

Il tempo dedicato al post è il secondo fattore. Più tempo interagiamo con un post, più in alto comparirà rispetto ad altri. Utile, in questo caso, giocare con post dinamici, come i boomerang, oppure con gli album.

Fattore community. Se interagiamo spesso con determinati contatti, questi saranno percepiti dall’algoritmo come parte della nostra community e quindi i suoi contenuti saranno mostrati in cima al nostro feed.

Il timing del post. L’algoritmo preferirà contenuti recenti e li mostrerà più facilmente rispetto agli altri. 

Tipologia del contenuto. Se mostriamo interesse per un determinato argomento, come la moda per esempio, e seguiamo profili di brand di settore creando engagement con i loro post, allora l’algoritmo ci mostrerà contenuti simili.

Bene, siete pronti a confrontarvi con il nuovo algoritmo, pianificare contenuti competitivi o semplicemente a capire come è distribuito il vostro feed personale?

function onSubmit(token) { document.getElementById("id-validate").submit(); }